Home

Agricoltura sostenibile e formazione: concluso il progetto didattico di cura delle fasce frangivento con gli studenti dell'istituto San Benedetto

Condividi
immagine di una seduta didattica sul posto

Con le lezioni pratiche sulla progettazione e gestione delle fasce frangivento si conclude il percorso didattico del progetto LIFE Greenchange dedicato agli studenti dell'istituto professionale San Benedetto di Latina.
Il percorso formativo è nato dalla collaborazione tra la Provincia di Latina, ente capofila del progetto co-finanziato dal programma europeo per l'ambiente e il clima LIFE, e l'istituto di istruzione superiore, con l'obiettivo di rendere gli studenti promotori e sostenitori della tutela della biodiversità e, in futuro, di sistemi agricoli sostenibili nel territorio pontino.
La scuola, con l'azienda agricola di cui dispone, si è impegnata a trasferire le buone pratiche del progetto agli studenti. Il progetto, che sta realizzando una serie di interventi multifunzionali, zone umide e siepi alberate nella Pianura pontina e nelle aree rurali di Malta e Gozo, si è impegnato per far comprendere, in maniera pratica ai ragazzi, il significato e l'importanza delle infrastrutture verdi per rafforzare il valore ecologico degli agroecosistemi.
Proprio gli studenti sono stati, infatti, coinvolti nella pianificazione di nuove fasce frangivento all'interno dell'azienda agraria dell'istituto e nella gestione, manutenzione e valorizzazione di quelle pre-esistenti.
Gli 8 incontri calendarizzati sono stati divisi in lezioni teoriche e pratiche tenute dai partner di progetto Consorzio Poliedra, U-space e Confagricoltura Latina, con il supporto degli altri partner Cirf e Miema e con la partecipazione di 3 classi del San Benedetto, una dell'indirizzo Tecnico agrario e due del Professionale per l'agricoltura.
Le lezioni teoriche, iniziate lo scorso anno scolastico, hanno illustrato le azioni pianificate dal LIFE Greenchange nelle aree dimostrative e la sua strategia di intervento basata sulla messa a punto di sistemi di governance territoriale come il Patto per la biodiversità e gli accordi di custodia del territorio.
Durante le attività pratiche all'aperto nel mese di maggio, gli studenti hanno invece compreso come è attualmente strutturata la fascia frangivento dell'istituto e quali sono le sue criticità. Tra le altre attività, il team del LIFE Greenchange ha spiegato ai ragazzi come misurare l'altezza e il diametro degli alberi, azione utile nella fase di progettazione delle infrastrutture verdi, e come descriverne la struttura e la composizione.
Prossimamente è inoltre prevista la messa a dimora di due nuove siepi alberate con piante la cui produzione di frutti verrà conferita alle classi dell'indirizzo Alberghiero
in uno scambio, fra i due indirizzi scolastici, teso alla realizzazione di una filiera a chilometro zero. "Abbiamo pensato che per le nuove generazioni, e per chi intraprende un percorso professionale di questo tipo in questo istituto, sia fondamentale conoscere e assimilare il concetto di sostenibilità, toccando con mano la realtà del territorio locale, grazie all'incontro di professionalità diverse e ascoltando punti di vista molteplici sulle tematiche ambientali e della biodiversità." Così Marisa Pietrosanti, docente di Agraria
del San Benedetto e coordinatrice degli incontri, ha commentato l'azione didattica intrapresa e ha concluso sottolineando come sia importante per gli studenti conoscere concretamente le opportunità che la PAC e gli orientamenti dell'Unione Europea possono dare alle aziende che si orientano verso la sostenibilità.
"La Provincia di Latina - sottolinea il presidente Gerardo Stefanelli - ha scelto di investire sul progetto su LIFE Greenchange perché rappresenta uno strumento per la tutela del territorio e ci consente di coinvolgere altri soggetti, in questo caso gli studenti del San Benedetto in una pratica di educazione ambientale. Il nostro ente sta dimostrando di essere in grado di mettere in campo iniziative fondamentali in tema di difesa del territorio intercettando finanziamenti europei mirati"
 

Ufficio Stampa Provincia di Latina